Vai al contenuto principale Promozioni Attive

IN VIA GESU 4, A POCHI PASSI DA MONTENAPOLEONE.

QUALITÀ E PRESTAZIONI

Gli orologi Cartier soddisfano standard di qualità che ne assicurano la precisione e l’autonomia lungo l’intero ciclo di vita.
Durante la fase di sviluppo, gli orologi sono sottoposti a test che prevedono l’impiego di modelli di simulazione numerica sviluppati all’interno dei laboratori Cartier, i cui tempi di calcolo, per ciascun modello, durano 48 ore.
Una volta convalidati i risultati dei test, i team della Manifattura procedono alla realizzazione dei prototipi e alla produzione di una prima serie. Questi esemplari saranno sottoposti a oltre 30 diversi test, che simulano un invecchiamento del prodotto di 10 anni. Alcuni test e attrezzature sono stati appositamente sviluppati dagli specialisti della Maison.
Infine, per ogni orologio sono eseguiti oltre 100 controlli lungo l’intero processo di fabbricazione, cui si aggiungono ulteriori controlli in fase di produzione.

RESISTENZA MECCANICA

Per simulare le manipolazioni quotidiane che gli orologi subiscono nel corso di 10 anni, si eseguono migliaia di manipolazioni: aprire e chiudere la fibbia, estrarre, ruotare e rimettere a posto la corona, togliere e mettere l’orologio, azionare i pulsanti, e così via.
Vengono eseguiti anche altri test, che riproducono ad esempio urti violenti, virtualmente più rari nella vita di un orologio.

RESISTENZA ALL’AMBIENTE

L’affidabilità di un orologio Cartier prescinde dalle condizioni ambientali. Per garantirla, si eseguono dei test di durata maggiore che dimostrano come l’orologio resista a condizioni estreme, a tutti i tipi di clima e agli shock termici.
Altri test consentono inoltre di riprodurre le condizioni legate alla pratica di attività sportiva, come la simulazione del sudore sintetico e della luce ultravioletta: il colore del cinturino e del quadrante non dovrà alterarsi in alcun modo. Infine, l’orologio è posto per diverse ore in un ambiente abrasivo, per verificare che non venga danneggiato da polvere o sabbia.   
Durante la fase di assemblaggio, ogni orologio è sottoposto al controllo dell’impermeabilità, da un lato mediante un macchinario ad alta precisione che rileva le minime variazioni di pressione all’interno della cassa, dall’altro in condizioni reali, collocando l’orologio all’interno di un serbatoio d’acqua pressurizzato.

CRONOMETRIA

Gli orologi Cartier sono regolati per mantenerne la stabilità lungo l’arco di un’intera giornata.
Ogni movimento è testato almeno 2 volte: inizialmente da solo, poi dopo essere stato inserito nella cassa nell’orologio. A questo punto, ogni orologio assemblato viene controllato per un periodo di otto giorni. Oltre ai controlli di routine della cronometria, la stabilità dell’orologio è monitorata mediante l’osservazione del movimento delle lancette.
Si esamina dunque il corretto funzionamento dell’intero ciclo di marcia del calibro in tutte le posizioni possibili, grazie a un robot che simula i movimenti spontanei e casuali del polso.

AMAGNETISMO

I campi magnetici sono in grado di interferire con l’azione del bilanciere degli orologi dotati di movimento meccanico, determinando errori cronometrici e inficiandone così la precisione di marcia. Per risolvere il problema, Cartier ha messo a punto una tecnologia brevettata che assicura la schermatura del movimento, proteggendolo dai campi magnetici: l’applicazione di un cerchio realizzato in un materiale innovativo, appositamente sviluppato, a tutti i movimenti meccanici.
Accanto ai test tradizionali che espongono l’orologio all’influsso di campi magnetici omogenei (a una potenza di 60 Gauss), Cartier ha sviluppato un test esclusivo che testa la resistenza dell’orologio a un magnete della potenza di 1500 Gauss, corrispondente al massimo livello di intensità cui un orologio possa essere esposto nella vita quotidiana (telefono/borsa).

Inizio pagina

Area footer: da qui è possibile iscriversi alla newsletter, navigare il menu di servizio, linkare a siti esterni Cartier, cambiare il paese di navigazione.